Portfolio poetico

Sito di poesia: pubblicare poesie su Internet

Archivio poesie:

Gli autori:




Migranti

Riflessioni

Giuseppe Mauro Maschiella

Poesia pubblicata il 17/09/2019 | 105 letture

Venivo da un paese lontano,
dalla guerra incendiato,
con un bambino
in grembo e l’altro nella mano.
Un giorno di tanti mesi
fa fuggii dalla mia terra,
che beve sangue,
odiando la guerra.
Lasciai la mia patria,
ma la patria cos’è?
Solo dune di sabbia
e dune di acqua
davanti a me.

Traversammo i deserti,
la sabbia rovente,
tutti in colonna sotto la
sferza della polvere e
del caldo soffocante,
sotto le tempeste del
vento dei nomadi
e dei migranti,
depredata, violentata,
sottoposta all’infamia
dei mercanti.
Pensavo alla morte
ma avevo due figli con me
e la vita mi voleva con sé.

Prima di vederlo il mare
era un odore salato,
ma di libertà profumato.
Lunghi giorni di
prigionia e di attesa,
poi più non esisteva
la nostra terra martoriata
e sotto i piedi la
nostra patria fu una
barca sovraffollata.
Finalmente il mare
viaggiava verso di
noi e tra le onde,
guardavo con
fiducia l’orizzonte.
Ma spesso il futuro
non sta davanti,
ti scavalca da dietro
con atroci eventi.
Fame, sete, lamenti!
Il mio bambino mori
tra le mie braccia di stenti.
Lo calarono alle onde,
un canto a bassa voce,
preghiere bisbigliate,
una sofferenza atroce.
Ma non bastò,
poco dopo la carretta
del mare si rovesciò!

Venivo da lontano pronta
a sognare, per poi scavare
la tomba dei miei
figli in mezzo al mare
che in rotolo di
schiuma ci ha avvolto
e speranze e illusioni
e vite ha travolto.
Noi restiamo quaggiù, nel fondo
sembra un sogno!
Più non siamo bersagli
a cui sparare
non ci sono fosse da scavare
qui in una terra senza prigioni,
liberi, senza paura di
bombe e di assassini.
Abbiam finito di soffrire
grazie mare,
che ci hai accolto
senza visto né passaporto.
 
<< SuccessivaPrecedente >>
<< Successiva di Giuseppe Mauro MaschiellaPrecedente di Giuseppe Mauro Maschiella >>
 

Opera pubblicata ai sensi della Legge 22 aprile 1941 n. 633, Capo IV, Sezione II, e sue modificazioni. Ne è vietata qualsiasi riproduzione, totale o parziale, nonché qualsiasi utilizzazione in qualunque forma, senza il consenso dell'Autore.

Giuseppe Mauro Maschiella

Ha scritto anche…

Ultime poesie pubblicate:

Ha pubblicato…

43 poesie:



La più letta…

Pubblica in…

Ha una biografia…

Giuseppe Mauro Maschiella Leggi la biografia di questo autore!




Poesie più recenti: