Portfolio poetico

Sito di poesia: pubblicare poesie su Internet

Archivio poesie:

Gli autori:




Gli ascensori fan soffrire

Impressioni

Alessandro Sermenghi

Poesia pubblicata il 23/08/2019 | 69 letture

Siam zelanti per natura
serviam tutti con favore,
se c’è una bruciatura
abbiam pronto un dottore.

I clienti nostr’amati
ci attendon sorridenti,
tutt’i giorni allarmati
che aspettan impazienti.

Un alloggio sol per poco
quel che basta per salire,
poi per scender l’è un gioco
che nessuno fa soffrire.

La signora ben vestita
l’è restata tutta sola,
dallo specchio l’è rapita
ha il trucco che gli cola.

Dalle porte entra piano
il signor commendatore,
l’orologio l’ha in mano...
ma le scarpe fan rumore.

L’imbarazzo è per due
dura sol pochi secondi,
ognuno sta sulle sue
ma da dietro ci sprofondi.

Modestissimo saluto
all’uscita dal portiere...
Vuoi veder che ha creduto
che insieme van a bere?

Non importa ciò ch’avviene
ci si ferma per ‘na sosta,
ogni tanto ci conviene
si... sennò, quanto vi costa!!
 
<< SuccessivaPrecedente >>
Precedente di Alessandro Sermenghi >>
 

Opera pubblicata ai sensi della Legge 22 aprile 1941 n. 633, Capo IV, Sezione II, e sue modificazioni. Ne è vietata qualsiasi riproduzione, totale o parziale, nonché qualsiasi utilizzazione in qualunque forma, senza il consenso dell'Autore.

Alessandro Sermenghi

Alessandro Sermenghi

Ha scritto anche…

Ultime poesie pubblicate:

La più letta…

Pubblica in…

Ha una biografia…

Alessandro Sermenghi Leggi la biografia di questo autore!




Poesie più recenti: