Portfolio poetico

Sito di poesia: pubblicare poesie su Internet

Archivio poesie:

Gli autori:




I tuoi fiori

Ribellione

Stefano Panozzo

Poesia pubblicata il 19/12/2018 | 703 letture

Non voglio essere la mano del destino, 
non sarò mai paesaggio illuminato 
dalla luce abbagliante del caldo mattino. 
Sono il nulla che arriva per caso, 
e non pesa sul misurato piatto della stadéra,
di certo non vi é paragone, 
se son solo bilancia di una assurda ragione. 
Sarò il sorriso che si fa meritare,  
con gli occhi coperti da occhiali di lava,
per celar della tristezza il pianto, 
della nenia un canto,
che tante parole spese 
non sanno spiegare,
tanto quanto sono servite a raccontare. 
Tu sei la sirena che non  va mai via, 
la musa rinata di una antica poesia, 
tu sei la pioggia che cancella le impronte,
il mio dolce cullare di un amor sulle sponde.
Io sono strumento di questa ragione 
che serve alle foglie indicando la via 
e chi le raccoglie lo fa per sempre donando
la voce rinata di ogni mia poesia.
Ripiego nel dolore e col capo chino 
la gioia nel cuore, e negli occhi il mattino,  
ch’é nulla per caso e il caso é un po’ il niente, 
perduto negli occhi di tutta la gente,
che passa accanto guardando ben oltre.  
Aprendo finestre e innalzando le sponde, 
di cio che é perduto ed é andato via,
che vive nel cielo di mille colori,
che fanno più belli i tuoi stupendi fiori.
 
<< SuccessivaPrecedente >>
<< Successiva di Stefano PanozzoPrecedente di Stefano Panozzo >>
 

Opera pubblicata ai sensi della Legge 22 aprile 1941 n. 633, Capo IV, Sezione II, e sue modificazioni. Ne è vietata qualsiasi riproduzione, totale o parziale, nonché qualsiasi utilizzazione in qualunque forma, senza il consenso dell'Autore.

Stefano Panozzo

Ha scritto anche…

Ultime poesie pubblicate:

Ha pubblicato…

30 poesie:



La più letta…

Pubblica in…

Ha una biografia…

Stefano Panozzo Leggi la biografia di questo autore!




Poesie più recenti: