Portfolio poetico

Nuovi autori:

Autori più pubblicati:


Sito di poesia: pubblicare poesie su Internet

Archivio poesie:

Gli autori:




Uomo solo

Uomini

Gabriella Giusti

Poesia pubblicata il 11/11/2018 | 89 letture

Nella strada sei,
umile solitario,
su un marciapiede siedi,
vestito di stracci.
L’anima tua stanca,
desolata,
morta.
Eppur negli occhi tuoi,
brilla ancora una luce,
la speranza.
Ti trascini lentamente,
senza una meta,
non hai un tetto,
una famiglia
che ti attende,
non hai niente.
La gente passa per strada,
non ti guarda in viso,
non ti dona un sorriso.
Perché ti chiedi?
Sono uno straccione,
non merito nulla,
prima avevo una casa,
una famiglia,
che mi attendeva la sera per la cena,
una moglie amorosa,
dei figli gioiosi,
il cane mi faceva le feste,
Ora non ho più nulla,
la mia famiglia è distrutta cancellata.
Quella maledetta sera,
il terremoto ha abbattuto la mia casa,
ho perso tutto insieme a loro.
Ora vago senza una meta,
per le strade della mia città.
Nella mente ho il nulla,
la mia vita finì quella sera.
Ho il buio negli occhi,
il cuore duro come la pietra,
solo e triste disteso sul duro marciapiede,
sento dei passi,
qualcuno si avvicina,
mi dona una monetina,
alzo la testa,
un uomo si ferma,
mi guarda in viso,
mi dona un sorriso,
resto colpito dal gesto delicato,
allunga la sua mano verso me.
Mi dice...
Vieni con me,
ti aiuto ad alzarti,
perché gli rispondo?
Dammi la mano,
camminiamo insieme
la tua vita continuerà.
Io sono Dio.
 
<< SuccessivaPrecedente >>
<< Successiva di Gabriella GiustiPrecedente di Gabriella Giusti >>
 

Opera pubblicata ai sensi della Legge 22 aprile 1941 n. 633, Capo IV, Sezione II, e sue modificazioni. Ne è vietata qualsiasi riproduzione, totale o parziale, nonché qualsiasi utilizzazione in qualunque forma, senza il consenso dell'Autore.

Gabriella Giusti

Gabriella Giusti

Ha scritto anche…

Ultime poesie pubblicate:

La più letta…

Pubblica in…

Ha una biografia…

Gabriella Giusti Leggi la biografia di questo autore!




Poesie più recenti: