Portfolio poetico

Sito di poesia: pubblicare poesie su Internet

Archivio poesie:

Gli autori:




30 dicembre 2017, ricordi

Marco Viti Benocci

Poesia pubblicata il 05/01/2018 | 501 letture

Ricordo le vigne ombrose
quando da bimbo nelle estati giocose
andavo a coglier l’uva la mattina
tanto ghiotta e bagnata di brina.

Ricordo il cristallo dei gigli
dai fiorenti petali vermigli,
un dolce bianco incanto che brillava nei fossi
e stavano accanto ai papaveri rossi.

Ora si stringe il mio cuore ormai nero
in questa città che è un cimitero,
non ce ne siamo ancora accorti,
ma in mezzo a ‘sti rumori siamo morti.

Morti sono i ricordi tra i mali
degli schiattosi centri commerciali,
dove siam diventati da figli di contadini
figli del mercato inconscapevoli e cugini.

Chini di fronte alla rivoluzione
del commercio, la globalizzazione,
siamo alla quarta rivoluzione industriale
che ha distrutto la vita sulla terra

e in un’invisibile guerra
siam diventati oggetto commerciale
sotto questo governo letale
figli del male globale.
 
<< SuccessivaPrecedente >>
<< Successiva di Marco Viti BenocciPrecedente di Marco Viti Benocci >>
 

Opera pubblicata ai sensi della Legge 22 aprile 1941 n. 633, Capo IV, Sezione II, e sue modificazioni. Ne è vietata qualsiasi riproduzione, totale o parziale, nonché qualsiasi utilizzazione in qualunque forma, senza il consenso dell'Autore.

Marco Viti Benocci

Ha scritto anche…

Ultime poesie pubblicate:

Ha pubblicato…

21 poesie:



La più letta…

Pubblica in…

Ha una biografia…

Marco Viti Benocci Leggi la biografia di questo autore!




Poesie più recenti: