Portfolio poetico

Sito di poesia: pubblicare poesie su Internet

Archivio poesie:

Gli autori:




Padre

Famiglia

antonio giuseppe perrone

Poesia pubblicata il 07/11/2017 | 848 letture

Nell’azzurro del cielo come i tuoi occhi
vengo a cercarti.
Ti vedo, padre, immerso nell’Antico Libro
che bisbigli e sussurri.
Seduto nell’angolo, la tavola è imbandita,
nell’attesa del desinare domenicale.

Tu come un figlio ti nutri di parole eterne
io ti guardo e mi nutro della tua umanità.
Tu padre mio
mi insegni il Padre nostro.

Nota dell'autore:

«La riflessione è dedicata a mio Padre. Il rapporto con mio padre è stato caratterizzato dal mio continuo cercarlo. Papà mi mancava. Penso che i momenti di fanciullezza siano stati caratterizzati da questa sua assenza dovuta al suo lavoro. Nella mia riflessione immagino di vagare in questo immenso azzurro del cielo, dei suoi occhi. I suoi occhi erano di un azzurro bellissimo. Lo rivedo solo, prima del pranzo domenicale, leggere la Bibbia, quel suo modo particolare di bisbigliare le parole. Il suo parlare sempre pacato e quelle sue spiegazioni sul Padre nostro semplici, ma efficaci.»

 
<< SuccessivaPrecedente >>
<< Successiva di antonio giuseppe perronePrecedente di antonio giuseppe perrone >>
 

Opera pubblicata ai sensi della Legge 22 aprile 1941 n. 633, Capo IV, Sezione II, e sue modificazioni. Ne è vietata qualsiasi riproduzione, totale o parziale, nonché qualsiasi utilizzazione in qualunque forma, senza il consenso dell'Autore.

antonio giuseppe perrone

antonio giuseppe perrone

Ha scritto anche…

Ultime poesie pubblicate:

La più letta…

Pubblica in…

Ha una biografia…

antonio giuseppe perrone Leggi la biografia di questo autore!




Poesie più recenti: