Portfolio poetico

Sito di poesia: pubblicare poesie su Internet

Archivio poesie:

Gli autori:




La porta di sotto (della cantina)

Riflessioni

genoveffa frau

Poesia pubblicata il 24/07/2016 | 783 letture

Vecchi cimeli del disonore
abbandonati al loro destino
inerti giacevano memori
d’un passato di fatuo riflesso.
Cataste ingombranti
dall’antico profumo speziato
fastidio di narici sensibili,
oscuravano luce.
Oggetti senz’anima
spettrali sagome
ricoperte di vergogna
svelate all’occhio vigile.
Atmosfere inquietanti
da condurre lontano.
S’aprì la porta di sotto
e si gettarono via
come inutili bieche parole.
Una magica luce
dai caldi riflessi si specchiò
in occhi che sorridevano,
udirono ciò che solo anime pure
potevano udire.
Dopo tanto caos
si erano ritrovati
per unirsi in un eterno abbraccio.
Le sagome... Un lontano ricordo.
 
<< SuccessivaPrecedente >>
<< Successiva di genoveffa frauPrecedente di genoveffa frau >>
 

Opera pubblicata ai sensi della Legge 22 aprile 1941 n. 633, Capo IV, Sezione II, e sue modificazioni. Ne è vietata qualsiasi riproduzione, totale o parziale, nonché qualsiasi utilizzazione in qualunque forma, senza il consenso dell'Autore.

genoveffa frau

Ha scritto anche…

Ultime poesie pubblicate:

Ha pubblicato…

32 poesie:



La più letta…

Pubblica in…

Ha una biografia…

genoveffa frau Leggi la biografia di questo autore!




Poesie più recenti: