Portfolio poetico

Sito di poesia: pubblicare poesie su Internet

Archivio poesie:

Gli autori:




Vita vissuta

Introspezione

Luigi Berti

Poesia pubblicata il 17/10/2014 | 920 letture

Le frustate prese senza ragione,
dalla rabbia folle di chi ha contese,
gorgoglio di sangue che usciva,
mischiato alle lacrime senza fermate.

Un piccolo spazio desiderio invano,
dove la felicità occulta era un arcano,
su questo mondo perso nell’utopia,
resta la paura dentro la fantasia.

Ritrovarmi poi con il cuore in mano,
maltrattato e chiuso dentro a un collegio,
la libertà persa la libertà vera,
era reclusa da una tonaca nera.

Suore che pregavano un loro Dio,
ma non era lo stesso che pregavo io,
persone di fede che non sanno proclamare,
quello che il Signore bramerebbe dare.

Cammina lento il passo mio,
sul percorso che mi ha dato Dio,
freme il ricordo con tutta forza,
sopra la pelle e dentro le ossa.

E’ un giorno perfetto per ricominciare,
per scordare il passato senza soffrire,
per aprire le porte chiuse da sempre,
sulla libertà che pretende la mente.
 
<< SuccessivaPrecedente >>
<< Successiva di Luigi BertiPrecedente di Luigi Berti >>
 

Opera pubblicata ai sensi della Legge 22 aprile 1941 n. 633, Capo IV, Sezione II, e sue modificazioni. Ne è vietata qualsiasi riproduzione, totale o parziale, nonché qualsiasi utilizzazione in qualunque forma, senza il consenso dell'Autore.

Luigi Berti

Luigi Berti

Ha scritto anche…

Ultime poesie pubblicate:

Ha pubblicato…

36 poesie:



La più letta…

Pubblica in…

Ha una biografia…

Luigi Berti Leggi la biografia di questo autore!




Poesie più recenti: