Portfolio poetico

Sito di poesia: pubblicare poesie su Internet

Archivio poesie:

Gli autori:




Parola al vento

Riflessioni

Giancarlo Fiaschi

Poesia pubblicata il 08/02/2012 | 859 letture

Rigida la notte
sferza la tua figura,
quel rigido vento del nord
come una lama sottile penetra
le carni in movimento.
Senza indugiar blocca
le articolazioni,
espandendosi come un fiume in piena
fino al limite delle profondità
accerchia le ossa.

Tu uomo,
invaso dal gorgo in mulinello
come un tenero infante
ti senti perso.
Vorresti spingere oltre
possente il passo,
vincere l'alieno che sofffia la sua ira
per dimostrare tutta l'audacia,
ma vieni meno all'impegno.

Sei, un'anima in pena
che barcolla senza lena.

Sferzato dal vento sovrano,
brividi di gelo
annientano le tue difese,
reclini il capo,
ultimo appiglio alla volontà
dispersa alla deriva.
Ormai sei barca in mezzo all'onda
una pila scarica arrancante,
misera figura in balia
di un vento corsaro,
che ti trafigge come una spada.
 
<< SuccessivaPrecedente >>
<< Successiva di Giancarlo FiaschiPrecedente di Giancarlo Fiaschi >>
 

Opera pubblicata ai sensi della Legge 22 aprile 1941 n. 633, Capo IV, Sezione II, e sue modificazioni. Ne è vietata qualsiasi riproduzione, totale o parziale, nonché qualsiasi utilizzazione in qualunque forma, senza il consenso dell'Autore.

Giancarlo Fiaschi

Ha scritto anche…

Ultime poesie pubblicate:

La più letta…

Pubblica in…




Poesie più recenti: