Portfolio poetico

Sito di poesia: pubblicare poesie su Internet

Archivio poesie:

Gli autori:




Lettere a Babbo Natale

Riflessioni

Silvia Contessa

Poesia pubblicata il 09/12/2009 | 2094 letture

Una notte di freddo gelo, Babbo Natale al caldo riposa,
tra lettere regali e folletti con cappelli strani.
Quanti sacchi mezzi aperti,
desideri d'ogni luogo che aspettan d'esser letti.
Caro Babbo Natale ... forse buono non son sempre stato,
ma d'ora in poi lo prometto ... io sarò un bravo ometto,
di capricci neanche l'ombra e alla mamma sempre ascolto.
Ma ti chiedo caro Babbo quel gioco che alla tv sempre guardo,
è un bel gioco, ti assicuro, come lui non ne ho uno.
Caro Babbo Natale ...tra sole e terra la mia casa,
senza addobbi e tavola apparecchiata,
ma d'amore circondata.
Scusa Babbo qui fa caldo ... forse i vestiti dovrai cambiare,
ma se vuoi te li farò trovare, nella speranza che un po' di neve mi potrai lasciare.
al grande albero dovrai arrivare e li sarò ad aspettare,
con gli occhi che il cielo non vorranno lasciare.
Caro Babbo, scusa ancora ... se l'indirizzo non ti posso dare,
qui strade non potrai attraversare,
ma tranquillo dovrai stare perché di sicuro mi potrai trovare,
sotto la bella luna che la notte sa sempre illuminare.
Caro Babbo ... qui la vita scorre lenta,
e madre natura è la sua stella, che ogni giorno tutto governa,
non c'è corrente ma c'è il sole,
che alla luna lascia il suo colore.
Ma no ... non mi lamento, ho una mamma e un papà,
raro dono... per chi neanche questo ha.
Caro Babbo, se permetti ... delle richieste avrei da farti,
tutti i giorni vorrei mangiare, cose buone che in salute mi faranno stare,
e a scuola vorrei andare, per crescere ed imparare,
per poi un giorno ai bambini insegnare che con la speranza avanti si può andare,
e che la vita un futuro saprà loro donare.
Caro Babbo lo capisco ... tutto da solo non potrai fare,
ma se il mondo ti vorrà aiutare, ogni giorno Natale potrà diventare.
Caro Babbo ...ora ti saluto,
e se aggiungere qualcosa posso ... delle costruzioni ancora chiedo,
con i miei amici potrei giocare e il nostro mondo costruire,
di case, scuole, parchi e ospedali,
per le malattie poter curare,
da malattie che a volte adulti non ci fan diventare.
Lo so ... un sogno,
ma questo si ... lo posso fare,
basta chiudere gli occhi e tutto questo immaginare,
e magari da te poter arrivare, per un abbraccio ed un sorriso poterti donare,
per te che nel mondo ami viaggiare ... ai bambini la goia donare,
e il cuor loro di felicità quasi far scoppiare.
 
<< SuccessivaPrecedente >>
<< Successiva di Silvia ContessaPrecedente di Silvia Contessa >>
 

Opera pubblicata ai sensi della Legge 22 aprile 1941 n. 633, Capo IV, Sezione II, e sue modificazioni. Ne è vietata qualsiasi riproduzione, totale o parziale, nonché qualsiasi utilizzazione in qualunque forma, senza il consenso dell'Autore.

Silvia Contessa

Silvia Contessa

Ha scritto anche…

Ultime poesie pubblicate:

Ha pubblicato…

41 poesie:



La più letta…

Pubblica in…

Ha un blog…

Leggi il blog personale di questo autore!

Ha una biografia…

Silvia Contessa Leggi la biografia di questo autore!

Ha pubblicato…

Anime in versi
Autori Vari
Antologia degli autori del sito Scrivere
Pagine: 132 - Anno: 2012
ISBN: 9781471686061


Le notti del poeta
Autori Vari
Le poesie che hanno partecipato al Premio di Poesia Scrivere 2009, con tutte le opere partecipanti ed i vincitori
Pagine: - Anno: 2010
ISBN: 978-88-6096-621-6


Tu che mi ascolti
Autori Vari
Le poesie che hanno partecipato al Premio di Poesia Scrivere 2010, con tutte le opere partecipanti ed i vincitori
Pagine: 240 - Anno: 2012
ISBN: 9781471686108


Se tu mi dimentichi
Autori Vari
Le poesie che hanno partecipato al Premio di Poesia Scrivere 2011, con tutte le opere partecipanti ed i vincitori
Pagine: 208 - Anno: 2012
ISBN: 9781471686214





Poesie più recenti: